Miti e idee sbagliate popolari sui tatuaggi

Casa/News/Miti e idee sbagliate popolari sui tatuaggi
Miti e idee sbagliate popolari sui tatuaggi

Copriamo i miti e le idee sbagliate del tatuaggio più popolari

Ci sono molti miti e idee sbagliate che circondano i tatuaggi e molte persone hanno molte domande prima di decidere di farsi inchiostrare.

Ha senso fare ricerche, poiché i tatuaggi possono sembrare un serio impegno per la maggior parte delle persone. Tuttavia, ci sono spesso risposte molto contrastanti alle domande e ai miti più popolari sui tatuaggi.
Fortunatamente, queste spiegazioni sono qui per mettere le cose in chiaro.

Contenuto:

Mito n. 1: non sono sicuri e possono portare al cancro.

Sebbene sia estremamente importante recarsi in uno studio di tatuaggi rispettabile per assicurarsi che il tatuaggio venga eseguito utilizzando attrezzature sterilizzate, i tatuaggi non sono necessariamente un grosso problema per la salute. Il mito che possano causare il cancro è il risultato di rapporti secondo cui l'inchiostro del tatuaggio contiene minerali e sostanze chimiche, come alluminio o cobalto.

Tuttavia, solo un rapporto ha scoperto che gli inchiostri per tatuaggi contengono queste sostanze chimiche e possono portare a problemi di salute. Non ci sono prove di un legame tra cancro e tatuaggi. In effetti, i dermatologi li considerano generalmente sicuri quando vengono rispettati gli standard di salute e sicurezza adeguati.

Ancora una volta, questo è il motivo per cui le persone sono spesso invitate ad assicurarsi che il loro tatuatore e lo studio siano completamente certificati. Qualsiasi artista che valga il tuo tempo e il tuo denaro si eserciterà in tutte le linee guida sulla sicurezza.

Inoltre, gli inchiostri organici sono stati creati per prevenire eventuali problemi di salute e molte marche di inchiostri organici sono ampiamente utilizzate dai tatuatori. Puoi sempre cercare studi che usano inchiostro organico o chiedere a un artista che tipo di inchiostro usa.

Mito n. 2: il sole sbiadisce i tatuaggi molto facilmente e non dureranno.

Questo mito è parzialmente vero: il sole può potenzialmente devastare il tuo inchiostro. Mentre la maggior parte dello sbiadimento è in realtà solo il risultato di processi corporei naturali, è comunque una buona idea provare a proteggere i tuoi tatuaggi dai raggi UV. Ancora più importante, dovresti provare a idratare il tuo tatuaggio ogni giorno se vuoi massimizzarne la vivacità. Trattarlo con cura può fare molto! L'uso regolare di creme idratanti e creme solari è un'idea intelligente.

Dopotutto, la protezione solare dovrebbe far parte della normale routine di chiunque, in quanto previene i danni alla pelle e i segni dell'invecchiamento. E, naturalmente, è il modo migliore per evitare il cancro della pelle!

Mito n. 3: l'inchiostro bianco fa molto più male degli altri colori dell'inchiostro.

L'inchiostro bianco è solitamente l'ultimo inchiostro utilizzato nel processo di tatuaggio, spesso perché viene utilizzato per evidenziare sui colori. È probabile che l'area della pelle che è già stata tatuata sia probabilmente sensibile. Tornando nello stesso punto per aggiungere altro inchiostro, la persona che viene tatuata sentirà probabilmente un dolore extra. Ciò ha portato all'idea sbagliata che l'inchiostro bianco sia più doloroso di altri inchiostri.

Mito n. 4: i tatuaggi sono completamente permanenti e non possono mai essere rimossi.

Sebbene sia vero che i tatuaggi sono permanenti, possono comunque essere rimossi utilizzando processi di rimozione laser. La rimozione laser di solito non lascia cicatrici e può cancellare completamente un tatuaggio.

Tuttavia, la rimozione laser può essere estremamente costosa e può comportare qualche disagio. Inoltre, il processo può spesso richiedere diverse sessioni, a seconda del particolare tatuaggio.

Quindi, mentre i tatuaggi sono tecnicamente permanenti, possono comunque essere rimossi utilizzando trattamenti laser se decidi di non voler più il tuo tatuaggio. Sta a te decidere se ne vale la pena!

 

Mito #5: Devi avere 18 anni per farti un tatuaggio.

La risposta a questo mito è sì e no: mentre molte persone aspettano fino a quando non hanno almeno 18 anni per farsi tatuare, alcune regole consentono di tatuare persone di età inferiore ai 18 anni. Ciò può comportare la necessità di un'autorizzazione scritta da parte di un genitore o tutore legale o la presenza di un genitore durante il processo di tatuaggio. Spesso è richiesta anche una forma di identificazione legale e valida.

Mito n. 6: non puoi bere alcolici prima e dopo esserti fatto un tatuaggio.

Questo mito è vero, poiché l'alcol fluidifica il sangue e può portare a sanguinamento extra durante il tatuaggio. Questo non solo complica il processo per l'artista, ma può anche essere disordinato. È meglio aspettare a bere fino a quando il tuo tatuaggio non ha iniziato a incrostarsi.

Queste sono alcune delle domande più frequenti sui tatuaggi. Ci sono così tante idee sbagliate e idee contrastanti sui tatuaggi, ma questi sono alcuni dei miti del tatuaggio più comunemente discussi. Inoltre, non c'è niente di sbagliato nel chiedere al tuo tatuatore se hai dei dubbi.

Conclusione

Anche se stiamo solo coprendo i primi 6 dell'enorme elenco dei più popolari miti e idee sbagliate sui tatuaggi, abbiamo parlato con i nostri artisti e consultato dermatologi e medici per darti le informazioni più accurate.

Se vuoi che i nostri artisti pluripremiati facciano un po' di inchiostro, chiama una delle nostre tre sedi (Strada degli uccelli, Kendall, North Miami) per fissare un appuntamento o semplicemente per una passeggiata, il nostro staff è pronto ad aiutarti.